Log in

Cartolai o bookmaker? A Otranto denunce per i titolari di una cartoleria

  • Scritto da Gt

Ricordate il famoso Ciro de 'I ragazzi della Terza C' che propinava a Bruno Sacchi qualsiasi cosa pur di estorcergli soldi? La vicenda di qualche mese fa a Otranto è decisamente più seria e coinvolge una cartolibreria che vende prodotti di cancelleria ma che nascondeva al suo interno ben 7 computer adibiti alla raccolta abusiva di scommesse sportive online.

Nel corso della perquisizione oltre agli hard disk dei pc sono state sequestrate delle ricevute di giocata/pagamento, nonché la somma di 584,95 euro, ed altro materiale utilizzato per poter effettuare le scommesse on line, quali identificativi e password dei conti gioco. I siti su cui si scommetteva erano quelli inibiti dalla lista dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato e privi di licenza italiana.

I tre cartolai del centro abusivo per la raccolta on line di scommesse sono stati denunciati per le violazioni alla legge del 13 dicembre 1989, n 401, recante “interventi nel settore del gioco e delle scommesse clandestine”, art. 4 commi per “Esercizio abusivo di attività di giuoco e di scommessa”, per frode informatica aggravata messa in atto con l’alterazione delle apparecchiature informatiche utilizzate al fine di eludere l’inibizione dei siti proibiti da AAMS, (part.640 ter, comma 2, c.p.) e per aver posto in essere I'attività di "Raccolta e Gestione di Scommesse", “Frode informatica” e “Illecita Intermediazione Finanziaria”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.