Log in

Fabio Fognini e la scalata alla top ten mondiale lungo la strada per il Roland Garros

  • Scritto da Ca

Fabio Fognini numero 12 al mondo e a caccia di successi dopo quello storico di Montecarlo: cosa può succedere a Parigi?

Bisogna provarci. Lui deve assolutamente farlo perché, infortunio rimediato nella storica finale Atp Montecarlo a parte, il suo tennis non è mai stato così imponente. Fabio Fognini può fare davvero molto bene nello slam di Parigi, il Roland Garros. La quota su Marathonbet.it è 31 volte la posta ed è forse destinata a scendere. Anche perché ormai “Fogna” è 12esimo nel ranking internazionale sempre grazie al super successo ottenuto in quel di Montecarlo. La mega partita con Nadal in semifinale e la passeggiata (anche zoppicando) in finale con Lajovic, lo hanno fatto avvicinare molto alla top ten. E’ 12esimo ed è la migliore posizione mai occupata in carriera. 

Unica incognita è proprio l’infortunio e qualche acciacco che si porta dietro da giorn. Radio Sportiva ha intervistato il padre del giocatore azzurro, Fulvio, che ha parlato degli ultimi eccezionali risultati del figlio: “Se lunedì scorso mi avessero detto che sarebbe andata così mi sarei messo a ridere, invece giorno dopo giorno ha preso fiducia e battuto giocatori di primissimo livello come Coric, Zverev e Nadal” ha detto Fulvio. “Il successo non è stato casuale, se lo è andato a guadagnare”.

L’aspetto più interessante delle dichiarazioni riguarda però l’infortunio alla coscia destra accusato da Fognini del corso della finale. Nella conferenza stampa successiva all’incontro, l’azzurro aveva confermato la sua presenza al ATP di Barcellona minimizzando l’accaduto. Il padre non si è detto però altrettanto sicuro riguardo al recupero del figlio: “Oggi parte per Barcellona ma forse non giocherà perché il problema alla coscia è più grave del previsto“. Confermato invece il programma delle prossime settimane, che rappresenteranno il percorso di avvicinamento a Parigi: “Sarà a Estoril, Madrid e Roma, poi Roland Garros”.
 
Da seguire le sue condizioni atletiche di Fognini e, adesso, la quota a 31,00 sembra davvero essere un investimento interessantissimo da fare. Certo, Nadal è già quasi alla pari e paga appena 1,86 per la vittoria finale. Djokovic paga 2,85 e a Fognini serve battere anche lui per imporsi definitivamente e avere speranze di vittoria finale. Zverev a 15 l’ha battuto ma Thiem paga 11 e c’è anche lui. E poi c’è anche un certo Roger Federer che paga 27. Il numero 17 del mondo, Marco Cecchinato, paga 81 volte la posta, e l’anno scorso fece molto bene.
Alzare il trofeo parigino sarebbe un sogno. Forza azzurri!

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.