Log in

Fortnite, crollano gli utenti: battaglia legale tra Epic games e Apple

  • Scritto da Redazione

Il famoso gioco Fortnite perde circa il 60 percento degli utenti, l'azienda Epic procede per vie legali contro Apple.

Il 60 percento dei circa 116 milioni di utenti, si è trovato costretto ad abbandonare la modalità battle royale, la principale funzione di Fortnite, in cui i giocatori della community possono sfidarsi gli uni contro gli altri. A riportare i dati, indicandoli come contraccolpo delle decisioni Apple, è la società che ha sviluppato il gioco, Epic games, la stessa che ha pertanto avviato una battaglia legale contro il colosso tecnologico.

Lo scontro tra le due società era esploso durante il mese di agosto, quando Epic Games aveva deciso di bypassare i costi di commissione del 30 percento previsti dalla politica di Apple, per gli acquisti in-app sul suo prodotto di punta, Fortnite, grazie a una modalità di pagamento alternativa e gestita direttamente dalla società.

Come noto, a fronte di ciò, la Mela ha deciso di eliminare dal suo App Store l’account della software house che sviluppa, tra gli altri, anche il famoso gioco Fortnite. Epic ha allora deciso di presentare un’ingiunzione preliminare a una Corte della California per chiedere che si ponga fine alle “ritorsioni” messe in campo da Cupertino e che il gioco venga reintegrato nello Store dei dispositivi Apple.
 
La stessa decisione di Apple era stata presa anche da Google per i dispositivi Android con conseguenze curiose sulla compravendita di cellulari usati; ma mentre il colosso di Mountain View ha semplicemente rimosso Fortnite dal suo play store, consentendo comunque agli utenti di ricevere aggiornamenti per il videogame direttamente dal sito ufficiale e da altri canali, Cupertino, dopo aver incassato una vittoria da parte di una corte che ha imposto a Epic di rispettare le linee guida del suo App Store, ha escluso la possibilità di scaricare gli ultimi aggiornamenti di Fortnite sui suoi dispositivi. "Scelte - osserva la Epic games - che colpiscono prevalentemente i giocatori e non gli sviluppatori". A scrivere il prossimo capitolo della battaglia sarà la giustizia; intanto Fortnite mantiene un forte appeal: in Italia, in vista della riapertura delle scuole, pare che gli accessori e i prodotti di cancelleria ispirati al gioco siano molto richiesti.
Share