Log in

29 agosto, è la Giornata dei gamer o solo una fake?

  • Scritto da Daniele Duso

Dopo la giornata mondiale del gioco e la giornata mondiale del videogioco in Spagna pare che qualcuno abbia iniziato a celebrare la giornata del gamers.

 

Domani, domenica 29 agosto, in Spagna festeggiano la Giornata del videogiocatore. Dopo la giornata mondiale del gioco (28 maggio) e la giornata mondiale del videogioco (12 settembre), qualcuno nel paese iberico ha pensato che anche i gamer meritano un giorno di festa, e così è stata scelta la data del 29 agosto e, dal 2008, si celebrano anche i videogiocatori.

 

Che sia una realtà o una semplice boutade? Chi può dirlo! L'idea è stata lanciata da tre media del settore videoludico, HobbyConsolas, PlayManía e PC Manía, secondo i quali una cosa così importante come il giocare ai videogiochi merita la propria celebrazione, scegliendo appunto il 29 agosto. La cosa ha raggiunto un tale impatto impatto mediatico anche oltre i confini della penisola iberica tanto che oggi la Giornata del gamer è celebrata in diverse parti del mondo.

Giocare ai videogiochi, effettivamente, è molto più che passare del tempo davanti a uno schermo. È distrarsi, rilassarsi, divertirsi, è scariche di adrenalina nella competizione, è condivisione di momenti con gli amici e anche un momento di incontro con nuove persone. E i videogiochi, ormai, sono un'arte. Come il cinema, come la musica, come la letteratura... per questo, secondo chi l'ha ideato, meritava di essere celebrato anche il Gamer's Day.

L'idea, a dire il vero, lascia un po' perplessi. In primis perché lanciata da 3 media, e al momento non risulta accolta da nessuna associazione di categoria o da nessun altro soggetto più autorevole. E poi perché altre feste dedicate al gioco, come già detto sopra, sono già presenti. L'idea spagnola ha molto l'aria di una trovata commerciale (beh, non che le altre siano ricorrenze religiose), confermata anche dal fatto che i siti che ne parlano lo fanno facendo continuare la news con una serie di idee (d'acquisto) per celebrare la giornata del gamer. Un dettaglio che par confermare, di riflesso, anche tutta l'inutilità di una giornata di questo tipo.

Eppure anche un voce autorevole come Forbes (edizione messicana) cita il 29 agosto come Dia del Gamer, molto sentito anche in Perù e in altri paesi del Sudamerica, probabilmente perché la voce ha girato solo tra i paesi di lingua spagnola, come è riportato anche da diainternacionalde.com, che parla del Dia del gamer o addirittura Dia del videojuegos, in netto contrasto dunque con la giornata del 12 settembre.

In tutto il resto del mondo, invece, pare che rimanga valida la sola data settembrina, confermata anche dal sito nationalday.com, con i videogiochi (ma forse non i videogiocatori) festeggiati in contemporanea con la Giornata mondiale dei nonni, la Giornata mondiale del Milkshake al cioccolato, guardare per credere.

Share