Log in

I casino’ di Atlantic City mettono al bando i Google Glass

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Gli imbroglioni nei casinò hanno fatto molta strada dai giorni in cui utilizzavano dadi truccati o nascondevano un asso nella manica. I regolatori del New Jersey temono che i dispositivi high-tech potrebbero portare l'imbrogliare al livello successivo, così hanno dato ai casinò di Atlantic City l'autorità di vietare gli occhiali computerizzati recentemente sviluppati da Google Inc sui piani in cui si gioca.

 

Conosciuti come Glass (Vetro), gli occhiali sono dotati di una piccola webcam e di un computer wireless. Possono scattare foto, girare video e navigare in Internet. E potrebbero dare agli imbroglioni la possibilità di spiare la mano di qualcun altro durante una partita di poker, sostiene la New Jersey Division of Gaming Enforcement (Divisione del New jersey per l'applicazione del gioco).

"Per esempio, se questi occhiali venissero indossati durante una partita di poker, potrebbero essere utilizzati per trasmettere la mano di un cliente a un complice o comunque essere utilizzati in modo collusivo", ha avvertito la divisione in un avviso emesso recentemente all'industria dei casinò.

CAESARS IN POLE POSITION NEL DIVIETO - Caesars Entertainment Corp. ha vietato gli occhiali con Internet ai piani di gioco e saloni presso i suoi casinò a livello nazionale, ha affermato Gary Thompson, portavoce della società. Caesars Entertainment è la più grande società di casinò del mondo e possiede il Bally, il Caesars, l'Harrah Resort e lo Showboat Casino ad Atlantic City.

"Abbiamo agito perchè i regolamenti di gioco in tutta la nazione vietano l'uso di computer o dispositivi di registrazione mentre si gioca", ha affermato Thompson. "In alcuni stati, infatti, tale uso è considerato un crimine e chi li utilizza è soggetto ad arresto."

Rick Santoro, esperto di sicurezza di casinò ad Atlantic City, ha detto che crede che il New Jersey sia la prima giurisdizione del paese ad agire formalmente permettendo ai casinò di vietare gli occhiali di Google.

"E' razionale e prudente per il New Jersey vietare questi dispositivi", ha affermato Santoro, titolare della società di consulenza di sicurezza Interbrief.org LLC. "Non sono a conoscenza che chiunque altro nel paese lo abbia fatto ancora. Questa non sarebbe la prima volta che il New Jersey è un passo avanti nel fare in modo che si giochi correttamente".

NO A VANTAGGI COMPETITIVI - Santoro ha affermato che gli occhiali di Google avrebbero dato ai giocatori lo stesso vantaggio sleale che avrebbero se avessero con loro un computer portatile o un iPad mentre sono seduti ai tavoli da gioco.

"Questa è l'epoca in cui viviamo", ha affermato Santoro. "Questa è l'era di Jetsons e Dick Tracy, dove i progressi della tecnologia hanno fornito opportunità a persone con cattive intenzioni."

La Division of Gaming Enforcement (divisione per l'applicazione del gioco) ha dato ai casinò l'autorità di vietare gli occhiali, credendo che questo sia il modo migliore per evitare possibili complicazioni legali per perseguire i presunti imbroglioni.

"Tale uso improprio degli occhiali violerebbe (la legge del New Jersey) e sarebbe un reato penale. Tuttavia il processo richiederebbe una prova oltre ogni ragionevole dubbio che gli occhiali sono stati utilizzati per barare", ha affermato la divisione.

La divisione ha aggiunto che, anche se gli occhiali non venissero utilizzati per barare, la sola presenza di un tale dispositivo high-tech ai tavoli da gioco "porterebbe alla percezione che potrebbe essersi verificato qualcosa di spiacevole, compromettendo in tal modo la fiducia del pubblico riguardo l'integrità del gioco”.

Autorizzati dal nuovo avviso della divisione, i casinò saranno in grado di vietare gli occhiali nei casinò, nei saloni di trasmissione simultanea, nelle sale da poker o in qualsiasi altra area in cui si stia giocando. I casinò avranno il diritto di espellere i clienti se si rifiutano di togliere gli occhiali.

 

LA STORIA DELLE TRUFFE HI-TECH - Nell'industria dei casinò scandali per truffe high-tech non sono affatto inverosimili. Nel 2007, per esempio, le autorità sciolsero un circolo al Borgata Hotel Casino & Spa di Atlantic City che aveva utilizzato telecamere di sorveglianza high-tech per truffare i giocatori di poker che partecipavano a partite private. Le partite private non erano collegate alle normali operazioni del casinò Borgata.

Gli artisti della truffa a Borgata hanno utilizzato telecamere di sorveglianza posizionate strategicamente per sbirciare le mani dei giocatori. L'informazione veniva trasmessa segretamente a un complice che indossava un ricevitore radio non rilevabile in un orecchio. I truffatori hanno utilizzato anche programmi per computer e carte da gioco segnate per migliorare le loro possibilità di vincere, hanno affermato le autorità.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.