Log in

Videogiochi, premiato un 'art game' italiano sull'opera di Jheronimus Bosch

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Sono stati due sviluppatori italiani - Matteo Pozzi e Claudia Molinari - ad aggiudicarsi il concorso internazionale 'Bosch Art Game', nell'ambito della manifestazione 'Jheronimus Bosch 500', organizzata ogni anno per far conoscere l’opera del pittore fiammingo (ca. 1450 – 1516) attraverso gli 'art games'. Il gioco, intitolato 'Cave! Cave! Deus Videt!'verrà ulteriormente sviluppato e presentato sul mercato in occasione di alcuni festival internazionali dedicati ai giochi: il 'GameCity' di Nottingham (Regno Unito), l'’Italian Game Developers Summit' e il  'Playing the Game' di Milano, e il 'Piemonte Share Festival' di Torino.

 

Secondo il giudizio della giuria, “il gioco ha una grafica unica nel suo genere. Si tratta di uno stile particolarissimo in cui, nello stesso tempo, si riconosce bene la singolarità di quest’artista. Il giocatore può seguire percorsi differenti e trovare elementi diversi fra loro, come filmati e giochi. Il gioco nel suo insieme è adatto per grandi e piccoli”.

L'ART GAME - L’art game è una forma artistica relativamente nuova e in pieno sviluppo. A differenza dei giochi commerciali più noti, gli art game hanno un approccio diverso: esplorano i confini del genere e sperimentano, per esempio, con l’obiettivo del gioco, i diversi livelli e la musica. Un art game si contraddistingue anche con un particolare linguaggio visivo, per esempio forme astratte, bidimensionali e una riproduzione iperrealistica della realtà.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.