Log in

Cina: oltre 100 milioni i dipendenti da videogame

  • Scritto da Redazione

I videogiochi tornano a far parlare di loro. Secondo una ricerca condotta dalla società cinese, Enfodesk and Eguan, sono oltre 100 milioni i cinesi, in gran parte giovanissimi, che soffrono di dipendenza dai videogiochi online tanto da far parlare gli esperti, in alcuni casi più gravi, di ‘danno cerebrale’. Il 67,5% dei giocatori afferma di conoscere qualcuno affetto da una vera fissazione maniacale, anche se poi solo lo 0,2% accetta di riconoscersi personalmente in questo profilo.

I sintomi più comuni, secondo gli esperti, sono la perdita di autocontrollo e l’atteggiamento irrazionale verso i giochi. In Cina, la maggiore concentrazione di 'drogati del gioco online' si trova nelle province nord orientali del paese. E a essere colpiti sono più gli uomini che le donne. Dal 2000 in Cina è imposto il divieto di vendita delle console e dei giochi elettronici stranieri proprio per cercare di limitarne la diffusione. Ma a gennaio il divieto è stato allentato.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.