Log in

Amusement: Tecnoplay "Al lavoro su nuovi prodotti per andare anche oltre mercato italiano"

  • Scritto da Sara

L’estate volge al termine e il settore del gioco fa i primi bilanci sui giochi anche in vista dei mesi autunnali. “Per quanto riguarda i prodotti comma 6a, le difficoltà del settore nella vendita rende difficile qualunque analisi in quanto il cliente, durante i periodi di attesa, compra lo stretto necessario per accontentare gli esercenti più esigenti. Quindi in questo periodo di tempo veri lanci di nuovi prodotti comma 6a non ci sono stati. Per quanto riguarda il settore ‘amusement’, come ormai sapete, stiamo lavorando ad alcuni prodotti comma 7c strettamente ‘nostri’ per integrare la già buona offerta di gioco da parte dei nostri fornitori”.

Parola di Mauro Zaccaria dell’azienda Tecnoplay che traccia un bilancio sui nuovi prodotti di gioco. “Ovviamente – prosegue - questo è un primo passo per poter anche cominciare a pensare ad andare oltre al mercato italiano che purtroppo continua a soffrire di una stagnazione legislativa e di una offerta di gioco piuttosto limitata. Uno dei giochi che sicuramente ci sta dando grandi soddisfazioni è il Sing box. Un video juke box con possibilità di gioco karaoke che, sulla falsa riga dei giochi musicali, sta attraendo una sempre più vasta cerchia di ‘giocatori-cantanti in erba’. È un prodotto completamente nuovo per il mercato amusement e ci riserverà sicuramente grandi soddisfazioni. Ovviamente anche il prodotto Sega Transformers si è rivelato un eccellente prodotto che ha dato ottimi risultati in tutte le sale in cui è stato installato. Abbiamo inoltre grandissima fiducia nel prodotto Mini Motor Racing Arcade che promette grandi risultati anche nei locali di dimensioni più ridotte come i bar. Questa strana estate – aggiunge - dal punto di vista climatico sembra che nel nostro settore abbia portato una ventata di ossigeno. Sia per quanto concerne le sale Vlt e slot che dal punto di vista delle sale amusement. Sia le sale giochi al mare, che hanno intrattenuto i villeggianti che non potevano andare in spiaggia a causa del maltempo, che le sale giochi di città, che hanno usufruito dei villeggianti del weekend che non sono andati al mare per la stessa causa, hanno potuto mantenere un trend di incasso senza troppi sbalzi negativi. Ovviamente il tutto da comparare alle medie attuali di incasso che, come sappiamo, soprattutto nel settore amusement sono piuttosto basse”.

LE NOVITA' - Per quanto riguarda le new entry, Zaccaria aggiunge: “Posso parlare soprattutto delle novità del settore amusement in quanto nel settore new slot il numero di schede in uscita è abbastanza vario ma non segna delle grandissime novità di rilievo. Per il settore amusement, come già detto, siamo in dirittura di arrivo con il Mini motor racing Arcade da noi prodotto al 100%, in collaborazione con una casa australiana di software. Questo erede della Super Sprint 3 ha creato grandi aspettative nel pubblico di tutto il mondo e stiamo per lanciarlo nelle prossime settimane. Altro notevole prodotto, soprattutto per il rapporto qualità/prezzo, è il simulatore di sparo Flashlight of the Evil, di Sealy. Un simulatore in 3d, dotato di una grafica di ottimo livello, di un cabinato che lascia veramente senza parole e di una interazione di gioco notevole ed una comodità di seduta unica che terrà il giocatore seduto dentro l’apparecchio sino a che non avrà terminato i gettoni. E la cosa più sorprendente di tutte sarà senz’altro il prezzo. Per Sega, invece, presenteremo un simulatore di guida ed un simulatore di moto, anch’essi collocati nella fascia ‘low-cost’.

Terrestre, online, mobile. Qual è la frontiera più promettente del gioco made in Italy? “Domanda difficile. Probabilmente online e mobile sono prodotti sin troppo facili da immettere sul mercato, anche se esposti ad una fortissima concorrenza proprio per la stessa ragione. Per quanto riguarda il terrestre invece è richiesta una grande professionalità e le aziende che operano nel terrestre si sono molto ridotte negli ultimi anni. Probabilmente anche le leggi di prossima uscita sulle varie regolamentazioni riguardanti terrestre, mobile ed online, indirizzeranno il mercato verso una via piuttosto che un’altra”.

Quale identikit potete tratteggiare del vostro cliente tipo? “Se per cliente tipo intende chiedermi il 'giocatore' tipo, posso soprattutto rispondere dal punto di vista amusement: il giocatore tipo della sala amusement abbraccia alcune fasce: il giocatore cosiddetto 'casual', che gioca soprattutto per passare il tempo tra una attività ludica e l’altra: tipicamente in una multisala il giocatore si intrattiene nell’attesa dell’inizio del film; la famiglia che porta i figli a divertirsi in sala giochi, condividendo il divertimento con altri ragazzi della stessa età. In questo momento è la fascia più forte del mercato; il 'core gamer', ovvero i giocatori che vanno in sala giochi per giocare a specifici giochi. Purtroppo ad oggi in Italia questa è la fascia più debole del mercato e costituiva una volta la spina dorsale di ogni singola sala giochi. Purtroppo la mancanza della possibilità di importare giochi di nuova generazione (a causa delle restrizioni di una legge ormai obsoleta) ha eliminato dalle sale questa fascia, che preferisce giocare in casa. Da notare che in Giappone questa è la fascia più forte del mercato”.

Quali misure adottate per prevenire fenomeni di dipendenza da gioco e di gioco da parte dei minori? “Le misure di prevenzione del gioco da parte dei minori, per il gioco terrestre, sono già tutte funzionanti. Il divieto di gioco e di accesso alle sale da gioco da parte dei minori è già perfettamente delineato e serve solamente una maggiore attività di controllo da parte degli organi competenti. La prevenzione del gioco da parte dei minori, invece, su mobile e online, purtroppo, è alquanto difficile da mettere in atto. Allo stesso modo, anche se non ho risposte riguardo come prevenire la dipendenza da gioco, sicuramente le misure preventive eventualmente adottabili saranno applicabili soprattutto al terrestre, mentre per online e mobile vedo qualunque tipo di misura difficilmente inapplicabile”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.