Log in

Ragazzi, più equilibrati con l’uso moderato di videogiochi

  • Scritto da Redazione

Secondo una nuova ricerca dell’Università di Oxford, i cui risultati sono stati pubblicati su Pediatrics, i ragazzi che usano videogiochi da una e tre ore al giorno sono più equilibrati  dal punto di vista psicologico sia rispetto a quelli che non li usano mai, sia rispetto a chi, invece, li usa per 3 o più ore al giorno.

Lo studio ha coinvolto circa 5 mila ragazzi di età compresa fra i 10 e i 15 anni, sia maschi che femmine, cui è stato chiesto quanto tempo giocassero in genere ai videogiochi. Ai ragazzi è stato inoltre chiesto quanto fossero soddisfatti della propria vita e sono state poste domande che hanno permesso di valutare il loro livello di iperattività, di inattenzione e di empatia e il rapporto con i loro coetanei. In questo modo è stato possibile analizzare sia gli effetti negativi dei videogiochi, sia quelli positivi ed è stato scoperto che i ragazzi che giocavano per meno di un'ora al giorno erano più socievoli e più soddisfatti della loro vita sia rispetto ai giocatori incalliti sia rispetto a chi non usava mai i videogiochi. Inoltre questi ragazzi sono risultati avere meno amicizie, ma anche meno problemi emotivi e livelli inferiori di iperattività rispetto agli altri.

 

TROPPO GIOCO NON FA BENE - Dall'altra parte, i ragazzi che trascorrevano più di un terzo del loro tempo libero usando i videogiochi non sono risultati altrettanto equilibrati, probabilmente perché trascurano altre attività che possono arricchire dal punto di vista psicologico e perché attraverso hanno una maggiore probabilità di essere esposti a contenuti inappropriati pensati per gli adulti.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.