Log in

Videogames: arriva Fifa15 e il calcio diventa più reale, ma non per tutti

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Finita la grande attesa per i videogamers di tutto il mondo: Fifa 15 è arrivato, portando con sé un’autentica rivoluzione. Anche se non proprio per tutti. L’esperienza di gioco (senz’altro notevole, non c’è dubbio) non è la stessa cosa per chi non possiede una console next-gen, Ps4 o Xbox One che sia. Il videogioco del calcio di Electronic Arts, leader indiscusso nelle vendite, riuscendo a superare l’eterno rivale Pro Evolution Soccer di Konami, è rinnovato a fondo nei contenuti, presentandosi più realistico grazie al motore grafico ‘Ignite’ e all’introduzione di una sorta di ‘intelligenza collettiva’ in virtù della quale ci si ritrova con i calciatori virtuali che esultano in maniera assai estroversa, oppure si arrabbiano di fronte a un’occasione da gol sprecata da un compagno. Con tanto di insulti e improperi (ben 600 le opzioni inserite nel motore di intelligenza artificiale) durante le diverse fasi di gioco.


CALCIATORI QUASI UMANI – Non c’è solo il calcio giocato, fatto di passaggi, tiri e cross. Ma anche quello ‘vissuto’ dai giocatori. Con tanto di reazioni dopo un’entrata troppo dura, che porta pure all’ammonizione o all’espulsione. Ma si può anche ricevere un bell’insulto dal compagno di squadra quando ci si divora un gol quasi fatto!
Ma oltre alla maggiore ‘umanità’ dei giocatori, Fifa 15 si distingue anche per le condizioni ambientali assai più realistiche: maglie che si inzuppano e si sporcano su campi fangosi, traverse che vibrano quando si colpisce un legno, bandierine che si piegano al passaggio della palla (o di un giocatore che esulta). Ma la rivoluzione del nuovo Fifa non è per tutti. Riesce a esserlo solo per chi ha la versione per Windows o per next-gen (Xbox One e Ps4) altrimenti è davvero difficile apprezzare le differenze. Resta in ogni caso la migliore simulazione calcistica sul mercato. Peccato però che il prezzo (tra i 60 e 90 euro a seconda delle offerte) rimane lo stesso anche per le console old-gen. E va tenuto conto che di Ps4 e Xbox 360 ce ne sono in circolazione quasi 170 milioni, contro i 15 milioni delle next-gen (poco meno di 11 milioni Ps4 contro 5,4 Xbox One).

 

COSA CAMBIA RISPETTO A FIFA 14 - Da un punto di vista tattico, in questa edizione, si hanno opzioni tattiche pressoché infinite. Interessante la novità che permette di creare dei movimenti su corner, come l’uomo sul secondo palo, con tanto di giocatore pronto per il tiro da fuori area o l’attaccante che va a disturbare il portiere avversario. Ma la cosa migliore sono le diverse modalità di gioco. Dai grandi classici, come la possibilità di costruire da zero una squadra in Fifa Ultimate Team o Fut (che riconosce i vecchi utenti e trasferisce i crediti acquisiti in Fifa 14) alla Carriera, con il grande ritorno dei tornei, scomparsi in Fifa 14 per fare largo ai MatchDay, singole partite in cui le condizioni delle squadre sono identiche a quelle reali, dalla condizione atletica agli infortuni. Così oltre a poter sfidare, come sempre online, player da tutto il mondo sarà possibile viversi in magnifica solitudine anche i campionati preferiti, dalla Serie A alla Premier League, dalla Liga alla Eredivisie.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.