Log in

Hacker nordcoreani all’attacco del videogame sul Dear Leader

  • Scritto da Vg

Nessuno tocchi Dear Leader, ossia il dittatore nordcoreano Kim Jong Su! Dopo gli attacchi degli hacker alla Sony, che hanno causato la sospensione della programmazione del film The Interview, è il videogame di Moneyhorse a essere preso di mira da pirati informatici probabilmente di origine nordcoreana. La campagna collegata alla produzione del videogioco Dear Leader è stata infatti interrotta dopo una serie di attacchi informatici che hanno bloccato la produzione della società, oscurando il sito e rendendo complicata la lavorazione del videogioco.

Autore degli attacchi sarebbe il gruppo di hacker nordcoreani GOP (Guardian of Peace). In Dear Leader, il dittatore non è vittima ma protagonista: è infatti lui che dopo sette livelli, in cui arriverà anche a cavalcare un unicorno, salverà la Corea del Nord dalle mire imperialistico-capitalistiche americane, svelando la faccia oscura di una malvagia Statua della Libertà guidata da Barack Obama. “Non è la prima volta in cui siamo stati sotto attacco a causa di Dear Leader – dicono dalla società di produzione di videogiochi – forse è ora di rivedere un po' i nostri target”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.