Log in

Virtual Drift, la sfida di guida mondiale con Oculus Rift

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Castrol Edge presenta la sua ultima sfida di guida 'Titanium Trial'. Protagonista: il professionista della Formula Drift, Matt Powers, al volante della sua Roush Stage 3 Mustang, che indossa il modernissimo Oculus Rift Development Kit 2, ignaro del mondo reale intorno a lui e completamente immerso in una realtà virtuale in 3D in rapida successione.

 

 

È la prima volta in assoluto che Castrol Edge coniuga tecnologia dei videogiochi e guida nel mondo reale, utilizzando un'auto modificata e la tecnologia della realtà virtuale: il mondo generato dal computer risponde ai movimenti del pilota e dell'auto in tempo reale.

 

SCENARIO IPER REALISTICO - Questa esperienza, simile a un videogioco, immerge il pilota in uno scenario sorprendente, con massi in caduta, sentieri che si sgretolano, tunnel, scogliere a picco e persino un'apparizione virtuale di un'altra icona delle corse. I cambiamenti del paesaggio reagiscono a ogni manovra di guida di Matt Powers. La sfida fa parte dei 'Titanium Trial' di Castrol Edge, una serie di sfide di guida ad alta potenza dove uomo e macchina raggiungono una perfetta sintonia per spingersi oltre i propri limiti attraverso la forza di Castrol Edge, potenziato con Titanium Fst: l'olio Castrol ad oggi più potente e avanzato a livello tecnologico.

 

UNA NUOVA GENERAZIONE DI GIOCHI - Dopo aver partecipato alla sfida Virtual Drift, Matt Powers ha commentato: "Virtual Drift è stata l'esperienza più esilarante e impegnativa a cui abbia mai preso parte. È stato fantastico parteciparvi non solo per provare questa tecnologia di giochi di nuova generazione, ma anche per le incredibili possibilità che questa apre agli sport motoristici in generale. Ho dovuto fare affidamento sul mio istinto e sulla mia vettura per compiere l'impresa.”

 

TECNOLOGIA INNOVATIVA - Castrol Edge e i creativi Adam Amaral e Glenn Snyder hanno sviluppato la tecnologia innovativa alla base di questa sfida. Estraendo i dati dai sistemi di diagnostica interna dell'auto (dati OBD2) e di localizzazione della posizione esterna (GPS e misura inerziale), il team è riuscito a sincronizzare tali informazioni con il casco Oculus Rift DK2 di Powers, rendendo dinamica quella che prima era un'esperienza statica, con un veicolo in movimento. Per la prima volta in assoluto, il team ha trasformato un'auto reale in un gigantesco controller di gioco, consentendo a Powers di vivere il mondo virtuale attraverso il suo casco durante la guida sul circuito.


VIRTUALE=REALE - Tutto è stato tracciato: dall'angolo di incidenza allo slittamento delle ruote, dall'ammortizzamento dinamico alla posizione dell'acceleratore, consentendo a Castrol Edge di simulare il veicolo con precisione quasi perfetta nel mondo virtuale. Con l'Oculus Rift DK2 che si aggiorna 75 volte al secondo, è stato necessario creare una nuova tecnologia per uguagliare o superare tale valore e offrire a Powers un'esperienza di guida uniforme. Questa competenza e l'attenzione ai minimi dettagli hanno permesso di dare vita a questa unica sfida di guida.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.