Log in

Altro che vecchia fattoria, l'allevamento (anomalo) è un videogioco online

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Un videogioco denuncia la situazione di insostenibilità degli allevamenti intensivi allo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica.

 

 

Nell'epoca in cui la “vecchia fattoria” rimane quasi un ricordo, rimpiazzata da allevamenti intensivi e animali assai meno felici di un tempo, arriva un videogioco online che ha lo scopo di mostrare il lato oscuro e per lo più nascosto di questa attività anomala (per la quale migliaia di animali vengono ammassati e fatti ingrassare prima di essere macellati). Il videogame si chiama “Il tuo allevamento” e a diffonderlo è l'organismo Compassion in World Farming (Ciwf). Si tratta di un gioco in cui, per far sopravvivere maiali, mucche e galline, gli animali devono essere rimpinzati di antibiotici, stipati nelle gabbie, nutriti con mangini molto poco salutari. La sezione italiana dell’associazione internazionale porta il videgame anche nel nostro Paese presentandolo con un trailer particolarmente inquietante, come del resto lo è l'intero gioco. Con frasi del tipo: “Metti dentro gli animali”. “Strizzali di più”. “Dagli gli antibiotici”, che si alternano nei vari passaggi del gioco interattivo che vuole denunciare la totale innaturalezza degli allevamenti contemporanei dove gli animali sono trasformati in oggetti.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.