Log in

La guerra dei trent’anni diventa un videogioco

  • Scritto da Redazione

Un nuovo videogioco dedicato alla guerra dei trent'anni proietta il giocatore in uno scenario tra storia e divertimento.

Un tuffo nella storia all’insegna del gioco, anzi, del videogioco. 1618 - Le tensioni all'interno del Sacro Romano Impero hanno raggiunto l'apice. Ferdinando II, re di Boemia e zelante cattolico, è impopolare tra i suoi sudditi protestanti. Si sta preparando la rivolta. I potenti leader europei protestanti stanno seguendo l'evoluzione della situazione alle frontiere dell'impero.

Interventi stranieri sembrano inevitabili: l'Europa è sull'orlo di una lunga guerra di religione!

Thirty Years’ War, il nuovo wargame di Paradox France, e “racconta” uno dei passaggi chiave della storia moderna europea. A capo dei cattolici o dei protestanti, i giocatori avranno una notevole libertà di azioni militari e politiche. Dal reclutamento di nuove unità, manovrando eserciti di migliaia di uomini e pianificando campagne annuali.

Realizzata con il famoso motore Age – perfetto nel simulare in modo accurato conflitti locali e grandi guerre allo stesso modo - Thirty Years’ War è un wargame come nessun altro, grazie al suo contesto storico profondamente accurato.

I giocatori avranno la possibilità di scegliere gli scenari, dal 1618 al 1638:

La Rivolta Boema: questo scenario copre i primi anni della guerra, dall’assedio di Pilsen e Budweiss all'intervento della Lega Cattolica fino alla battaglia della Montagna Bianca nel 1620.

• I Paladini: scenario che rappresenta i mesi di lotta nel Palatinato Renano.

La Fase Danese: questo scenario va dall'entrata danese in guerra fino alla sua sconfitta finale e al trattato di Lubecca.

• L'Intervento Svedese: Re Gustavo II Adolfo di Svezia ha lo scopo di invadere il Sacro Romano Impero, alfine di portare sostegno ai Protestanti Tedeschi.

• La guerra dei Trent'Anni: questo scenario ambizioso copre tutti gli anni di lotta, dalla  ribellione Boema al 1648.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.