Log in

L'Apple Tv si rinnova e diventa un hub per i videogiochi

  • Scritto da Gt

Apple tv in fase di rinnovo e si apre totalmente ai videogiochi con una vasta offerta di titoli già pronti. 

 

 

Tv, computer e giochi. Ormai tutto è collegato e c'è grande attesa per la nuova Apple TV che arriverà nei negozi nel mese di ottobre al prezzo di 149 dollari per quanto riguarda il modello con 32GB di spazio di archiviazione e al prezzo di 199 dollari per il modello con 64GB. Sarà una streaming box come le versioni precedenti, ma stavolta il focus sarà sui videogiochi grazie a un app store dedicato, che sarà popolato da titoli provenienti dai principali produttori di videogiochi.
Dopo l'annuncio di Apple, infatti, diversi publisher di prima fascia hanno annunciato i loro titoli per la nuova piattaforma.
La nuova Apple Tv sarà dotata di un telecomando con sensore di movimento, che consentirà di interagire con i giochi come si fa con il Wii remote e Wii Sports. Ma sarà anche possibile installare dei gamepad esterni e interagire come si fa con una tradizionale console.
 
La nuova Apple TV sarà basata su un sistema operativo concepito per l'occasione, chiamato tvOS. Apple fornirà agli sviluppatori di videogiochi nuovi strumenti per sfruttare al meglio tvOS e godere di libertà nella creazione dei contenuti.
 
Durante l'evento di presentazione è stato mostrato il primo gioco in assoluto per Apple TV, Crossy Road. In questo gioco già di grande successo di Hipster Whale i giocatori impersonano un pollo, Dracula o altri personaggi bizzarri, e devono attraversare ora una strada ora un fiume ora un binario ferroviario. Il tutto mentre rapidissimi ostacoli attraversano trasversalmente il percorso. Sul palco è stato mostrato come su Apple TV sia possibile giocare in due in co-op, il che vuol dire che il set-top-box Apple è in grado di gestire almeno due telecomandi contemporaneamente.
 
Subito dopo l'annuncio di Apple TV, anche Eden Games, la software house responsabile dei due Test Drive Unlimited e di Alone in the Dark composta da alcuni sviluppatori che hanno lavorato sulle serie V-Rally e Need for Speed: Porsche, si è affrettata a comunicare il suo supporto alla nuova piattaforma. Lo farà attraverso GT Spirit, un realistico gioco di guida che sarà in grado di simulare realisticamente motore, sospensioni e aerodinamica. I giocatori potranno sfidare gli amici online, affrontare campionati e vivere gli eventi quotidiani.
 
Non mancherà la possibilità di collezionare le vetture più esotiche, di assettarle e di potenziarle. Il gioco è stato sviluppato su Unity Engine in 20 settimane nella sede di Lione di Eden Games.
 
Harmonix, la software house famosa per aver realizzato la serie musicale Rock Band, invece, è al lavoro su Beat Sports. Sarà un rhythm game che riproporrà il gameplay tipico di Wii Sports, sfruttando il sensore di movimento presente all'interno del telecomando di Apple TV. Bisognerà scuotere il telecomando per colpire gli oggetti e risolvere una serie di sfide e di enigmi.
Anche Activision ha annunciato un supporto diffuso per Apple TV, a cominciare dal franchise campione di vendite Skylanders. Con Skylanders Super Chargers, infatti, i progressi potranno essere sincronizzati tra Apple TV, iPad, iPhone e iPod Touch con il supporto cloud e lo stesso account Game Center.
 
Sempre da Activision Guitar Hero Live e Geometry Wars 3: Dimensions Evolved avranno delle versioni dedicate ad Apple TV. Quest'ultimo godrà di una campagna single player dedicata e una rinnovata modalità co-op online da giocare con Apple TV e la nuova Apple Pencil con iPad Pro.
 
Insomma, la reattività dimostrata da questi produttori di videogiochi dimostrano come Apple TV sia un impegno preso seriamente, con progetti che sono stati avviati già da diversi mesi e che presentano delle feature espressamente dedicate alla nuova piattaforma e al suo sistema di interfacciamento. Bisogna ovviamente dire che Apple sta cercando di battere una strada che si è dimostrata fallimentare per altri produttori, ma anche che certamente in queste debacle ha contribuito il fatto che non vi fossero titoli pensati nativamente per quelle piattaforme. Nel caso di Apple TV le cose sembrano essere decisamente differenti. Altri dettagli sulla nuova Apple TV si trovano qui e qui.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.