Log in

Dodici ore ai videogames, la madre chiama la polizia

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Bizzarra vicenda a Milano, dove un adolescente patito dei videogames è stato ricondotto alla ragione dalla polizia

 

Alla fine c'è voluto l'intervento della polizia per riportare alla ragione un tredicenne di Milano che si era chiuso in bagno per protestare contro la madre che gli aveva staccato la spina della console. Dopo 12 ore di fila passate a giocare ai videogames.


A nulla erano valsi i richiami della donna, che ha così deciso di interrompere il gioco del figlio di forza. Una decisione non gradita dall'adolescente, che si è chiuso in un ostinato silenzio per ore, ma ha finito per cedere dopo la paziente opera di convincimento delle forze dell'ordine.

O forse, vista l'ora tarda, aveva voglia solo di mangiare.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.