Log in

Il 77% degli americani adulti giocano ancora ai videogame

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Anche alla soglia dei 30 anni ai videogame non si rinuncia in Usa, secondo un sondaggio del Pew Research Center

 

 

Gli uomini, eterni adolscenti, ed eternamente appassionati di videogiochi almeno fino ai 30 anni (e anche molto dopo). A confermare una tendenza ben radicata anche nei salotti italiani, è un'indagine statistica del Pew Research Center, organizzazione statunitense di ricerche e analisi sui social, per cui il 49%
dei maschi gioca abitualmente su pc, tablet, console e smartphone e il 10% di loro è convinto di essere un gamer esperto.


Secondo il report dell'organizzazione no profit, basato su un campione di 2mila maggiorenni intervistati per telefono, in America il 77% degli uomini fra i 18 e i 29 anni gioca ai videogiochi. Solo il 57% delle donne della stessa età si diletta alla console. Molti dei giocatori incalliti li preferiscono alla tv (il 34%) e quasi la metà di loro, circa il 47%, crede che siano utili a sviluppare competenze di problem solving e ad 'allenare' al gioco di squadra (il 37%).

 

Altri risultati del sondaggio evidenziano che il 5% di chi gioca (e il 53% di coloro che si identificano come i giocatori) pensa che la maggior parte dei videogame non siano una perdita di tempo. Ciò a fronte di appena il 13% di coloro che non giocano. Il 33% dei player non crede che le minoranze etniche siano rappresentate male nella maggior parte dei giochi, mentre il 26% di loro è convinto della stessa cosa nei riguardi delle donne.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.