Log in

Il videogioco violento Fortnite scuote le scuole britanniche

  • Scritto da Redazione

I direttori di alcune scuole britanniche stanno lanciando una campagna contro il videogioco Fortnite. Si muove anche la politica.

 

I dirigenti di alcune scuole elementari della Gran Bretagna hanno avvisato i genitori di tenere i bambini lontano dal videogioco violento Fortnite. 
Le scuole di tutto il paese, inclusi Stoke-on-Trent e Bristol, hanno diffuso alcuni avvertimenti ai genitori affermando che Fortnite trasforma normalmente i bambini "placidi" in "teppisti belligeranti". Alcuni eurodeputati stanno già considerando di fare delle multe alle aziende che non applicano restrizioni di età.
I ministri potrebbero essere costretti a prendere misure urgenti per impedire ai più giovani di violare le restrizioni di età sul gioco. Gli insegnanti affermano che gli alunni più giovani del supposto limite di età di 12 anni di Fortnite stanno diventando ossessionati dal gioco, che influenza la loro concentrazione a scuola.
In una e-mail ai genitori il capo Jemma Garside, che gestisce una scuola elementare a Stoke-on-Trent, nello Staffordshire, scrive: "Sfortunatamente le discussioni riguardo questo gioco vengono portate in classe, distraendo i bambini dal loro apprendimento". Un'altra scuola a Bristol ha detto che alunni di sette anni giocavano. Un post sul sito web della scuola afferma: "Abbiamo sentito che alcuni dei nostri bambini, inclusi nel terzo anno, stanno giocando a un game online chiamato Fortnite... se i vostri figli stanno giocando a questo gioco parlate con loro e assicuratevi di sapere cosa stanno facendo".

La scorsa notte il segretario parlamentare privato Matt Hancock del segretario alla cultura, Nigel Huddleston, ha dichiarato di essere "inorridito" nel sentire storie di bambini che diventano dipendenti dal gioco. L'eurodeputato di Mid Worcestershire ha ammesso che gli amici di suo figlio dodicenne non hanno parlato di "nient'altro", anche se suo figlio non gioca. Ha detto: "Il governo sta rendendo sempre più difficile per i bambini vedere contenuti inappropriati." I casi recenti hanno evidenziato la "natura di dipendenza" dal gioco e "la misura in cui ha un impatto rapido sul comportamento", ha aggiunto.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.