Log in

Il team Paluso vince la 'Global Game Jam’ romana

  • Scritto da Gt

Codemotion e Innova Camera hanno organizzato l’ottava edizione dell’evento mondiale dedicato allo sviluppo dei videogiochi indipendenti.

Si chiamano “Team Paluso”, sono 4 ragazzi, e sono i vincitori della tappa romana della Global Game Jam 2019 con il videogioco Bad Neighbours (“Cattivi vicini)”. La Jam romana ha visto sfidarsi, nel Tempio di Adriano, Sala storica della Camera di Commercio di Roma, oltre 100 tra programmatori, grafici, designer, musicisti e sviluppatori per creare un videogioco in sole 48 ore. I vincitori hanno creato un gioco dove i vicini di casa si sfidano per creare i maggiori disagi agli elettrodomestici altrui, in una vera e propria escalation di “violenza” domotica e sabotaggi.
La Global Game Jam è il più grande hackathon mondiale dedicato allo sviluppo di videogames indipendenti - svoltosi in contemporanea nelle principali città del mondo, tra cui Roma - e che si è chiuso oggi nel tardo pomeriggio con il tema comune “What means home for you”.
A premiare i vincitori e ringraziare tutti i partecipanti, oltre agli organizzatori, è intervenuto l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico e Innovazione, Gianpaolo Manzella.

La Jam romana, organizzata da Codemotion e Innova Camera, rientra nel calendario di appuntamenti di “Aspettando Maker Faire Rome”, il programma annuale di avvicinamento al più grande evento europeo sull’innovazione.

Quest’anno alla Global Game Jam ha partecipato anche un team formato da ragazzi tra i 14 e i 16 anni provenienti dai laboratori edutech di Codemotion Kids!, il progetto educational di Codemotion che accompagna bambini e ragazzi alla scoperta del mondo attraverso il coding, la robotica, l’elettronica e il making. Main sponsor dell’edizione di quest’anno è stata l’AIV - L'Accademia Italiana Videogiochi, primo istituto italiano di alta formazione nel settore videoludico.

VIDEOGAMING: LE STATISTICHE - Il mercato dei videogiochi nel 2018 a livello globale ha sfiorato i 138 miliardi di dollari, mentre in Italia, secondo gli ultimi dati dell’AESVI relativi al 2017, l'Associazione che rappresenta l'industria dei videogiochi nel nostro Paese, il settore nel suo complesso registra un giro d'affari di quasi 1,5 miliardi di euro e conferma l'andamento positivo in corso ormai da diversi anni su tutti i suoi segmenti come console (+ 8,6%), accessori (+ 10,5%), software fisico (+7%) e digitale.
Il 57% della popolazione di età compresa tra i 16 e i 64 anni, corrispondente a circa 17 milioni di persone, ha giocato ai videogiochi negli ultimi 12 mesi. Di questi, il 59% sono uomini e il 41% donne.
Per quanto riguarda le piattaforme di gioco, i dispositivi mobile come smartphone e tablet in Italia vanno per la maggiore essendo utilizzati dal 52% dei videogiocatori. Seguono le console home dal 48% e i PC dal 46%, Si passa però più tempo davanti alla console (in media 8,3 ore a settimana), meno sui dispositivi mobile (in media 6,4 ore a settimana) e su PC (4,3 ore a settimana).
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.