Log in

Videogiochi, la scuola combatte il bullismo a colpi di mouse

  • Scritto da Redazione

L'edizione 2019 di Game@School punta a sconfiggere il bullismo tramite i videogiochi realizzati dagli studenti delle scuole.

Studenti e videogiochi insieme per combattere il bullismo. La terza edizione di Game@School, l'Olimpiade nazionale del videogioco nella didattica, evento organizzato dall’associazione Centro studi ImparaDigitale, con la collaborazione del Comune di Bergamo, la consulenza tecnica di Digital Bros Game Academy, ha per oggetto il bullismo.

Game@School è una competizione tra squadre di studenti che si sono sfidate sulla realizzazione di un videogioco a scopo didattico sul tema del bullismo.
 
Obiettivi dell’evento evidenziare, attraverso sperimentazione diretta, le valenze positive che il videogioco può assumere se inserito in una didattica ispirata a metodologie attive.
 
Quindi la domanda di fondo è: ma un videogioco può combattere l'odioso fenomeno del bullismo?

“Quest’anno il tema è più ambizioso che mai – spiegano gli organizzatori - così, abbiamo lanciato questa grande sfida perché sappiamo che con la vostra creatività saprete immaginare diverse soluzioni per sconfiggere questo fenomeno di cui si sente sempre più parlare: il bullismo.
 
Non soltanto quello tecnologico, ma anche quello che si deve affrontare giorno per giorno a scuola, per strada, tra amici, a casa. La voce nel tema si rivolge alle persone che hanno comportamenti da bulli, ma anche alle persone che assistono, che sanno, e pensano quindi di non poter e dover fare nulla perché non sono responsabili.
 
Pensiamo che a tutti possa essere capitato di soffrire o assistere alla sofferenza di qualcun altro e, se non è successo, di immaginare come sarebbe. Vi chiediamo di usare le vostre abilità per raccontare storie e per proporre soluzioni.

CLASSIFICA - Primo posto categoria scuola primaria Gatti pazzi, titolo: Un bullo può cambiare; 1° posto categoria scuola secondaria di primo grado DD Team, titolo: Io sono io, tu sei tu; 1° posto categoria scuola secondaria di secondo grado: TeaMp0isoN, titolo: Mica ero un bullo.

Seguono, al secondo posto, le squadre: Polpette veloci (Un mondo senza bulli), LiLB@r&tt0 (ANTI-BULLCRAFT), Guetti’s game (Fai la cosa giusta prima che sia troppo tardi). Si posizionano al terzo posto le squadre: New game (No al bullismo), I programmatori (Le parole contro il bullismo).

Sono state, infine, assegnate menzioni speciali alle squadre: Minekrapfen (Stop bulling), Marshmellow girls (No al bullismo), Team Alpha (La storia di Timmy e Robert), The Angels (SuperAbili), Gli amanuensi 2.0 (Un’avventura parallela per combattere il bullismo).

I premi agli studenti sono stati forniti grazie al contributo di sponsor e partner: Digital Bros Game Academy, AK Informatica, Acer, Epson, C2 Group, LeaPat, Milestone, Nacon.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.