Log in

Un videogame anticipa l'invasione dell'Area 51 organizzata su Facebook

  • Scritto da Redazione

In anteprima sulla piattaforma Steam il videogame che racconta l'invasione dell'Area 51, ispirato da un evento Facebook in programma per il 20 settembre.

 

Grazie al tam tam su Facebook ormai la data è nota: il 20 settembre è in programma
"l'invasione" dell'Area 51, struttura dell'Aeronautica americana, in Nevada, dove sarebbero nascosti i resti di un Ufo e del equipaggio precepitati nel deserto nel 1947.
Una storia mai chiarita del tutto (in realtà l'Area sarebbe servita per lo sviluppo e il test
di jet militari moduli lunari) ma che negli anni ha ispirato anche gli sviluppatori di
videogame.


Il più recente trae spunto proprio dall'evento di settembre, organizzato su Facebook dall'australiano Jackson Barnes e che su Facebook ha già raggiunto 2 milioni di adesioni, ed è disponibile sulla piattaforma Steam in accesso anticipato, sviluppato da Keemstar.

"Sopravvivi all’epico raid sull’Area 51 e salva gli alieni dal complesso militare usando le tecniche stealth.
Sono le 3 del 20 settembre 2019… Unisciti ai milioni di partecipanti che stanno pianificando l’invasione grazie a questo simulatore di azioni di salvataggio alieno", recita la descrizione  del gioco. "Grazie a Keemstar, tenta di sopravvivere allo sfondamento del perimetro militare e  trova gli alieni prigionieri nella base al fine di salvarli e farli salire sui loro Ufo in  maniera da fuggire dalla base e mostrare finalmente la mondo cosa gli Usa hanno tenuto segreto  per decenni.Trova ed esplora percorsi nascosti nascosti ed entra nella leggendaria Area 51,  evita le guardie usando la classica meccanica stealth, individua gli alieni catturati e  scortali fino alla loro nave madre! Utilizza gli altre via d’accesso e sacrificati affinché  almeno qualcuno riesca nell’intento".
 
 
 
La vicenda, che da goliardica potrebbe diventare tragica, visti gli "avvisi" lanciati dall'aviazione americana di desistere dal tentativo di entrare nell'area, ha pungolato anche la creatività di un giocatore di Super Mario Maker 2, che ha creato all'interno del videogame un livello intitolato “Storm Area 51” (come l’evento Facebook). Prontamente, Nintendo lo ha cancellato, perché conteneva “elementi inappropriati e pericolosi".
A nulla sono valse le spiegazioni dell'ideatore - “zach2thefuture”- che ha sottolineato di non voler incentivare l'invasione dell’Area 51 in alcun modo.
 
 

Scorrendo la storia dei videogiochi, troviamo un altro importante riferimento alla base americana: si tratta di Area-51, sparatutto in prima persona pubblicato nel 2005 dalla Midway Games per PlayStation 2, Xbox e Personal Computer, nel 2008 distribuito come freeware, sponsorizzato addirittura dalla US Air Force.
Come nell'immaginario comune, l'Area 51 riprodotta nel gioco era una base militare segreta, teatro di esperimenti di carattere medico-scientifico. Qui si snoda la vicenda di Ethan Cole a capo della HazMat Bravo, squadra speciale di pronto intervento, chiamata a ritrovare un'altra squadra, scomparsa a seguito di un'operazione di recupero di un pericoloso virus che ha scatenato un'epidemia di encefalopatia spongiforme nella struttura, trasformando tutti in esseri abominevoli dalla forza straordinaria. L'unico a non soccombere sarà proprio Cole...
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.