Log in

Videogames: Psyonix rimuove le lootbox da Rocket League

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

I creatori del videogioco Rocket League hanno deciso di sostituire le scatole a pagamento con sistemi casuali integrati nel gioco con prodotti visibili agli utenti prima dell'acquisto.

 

 

Psyonix annunciato che nel corso di quest'anno ritirerà tutte le “lootbox” dal videogame Rocket League per "creare una migliore esperienza di gioco per tutti i suoi utenti a livello globale".

Dalla società assicurano che verranno sostituiti questi elementi a pagamento con accessori di gioco che indicano esattamente il prodotto da acquistare. Un'iniziativa che segue i passi del team Fortnite Save The World di inizio anno e che rispondono in maniera concreta alle sempre maggiori pressioni provenienti da diversi Stati e vari regolatori sull'opportunità di intervenire rispetto alle lootbox, regolamentandole in maniera corretta e magari ritenendole alla stregua di veri e propri giochi di azzardo.

In particolare lo scorso maggio un senatore degli Stati Uniti ha presentato un disegno di legge per proteggere i minori dai meccanismi abusivi vietando alle società di videogiochi di vendere lootbox ai minori. Lo scopo della legge era limitare l'accesso dei bambini a videogiochi “manipolatori”, che trasformano un gioco in un gioco d'azzardo.
La società di videogiochi ha inoltre specificato che gli articoli Rocket Pass Premium, Dlc Cars ed Esports Shop continueranno ad essere offerti come acquisto diretto nel nuovo sistema.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.