Log in

Videogiochi, la partita multiplayer salva la vita a un giocatore

  • Scritto da Redazione

Una giocatrice texana, mentre disputava una partita online con un ragazzo di Liverpool, ha chiamato i soccorsi dopo essersi accorta che il suo avversario stava avendo un attacco epilettico in diretta.

 
La notizia ha fatto il giro del mondo: una giocatrice online salva la vita a un videogiocatore colpito da una crisi epilettica.
 
Una giocatrice di 20 anni texana stava facendo una partita online con un giocatore coetaneo, residente a Liverpool in Inghilterra, quando si è accorta che lo sfidante inglese stava avendo un attacco epilettico in diretta.
 
La texana, a 5mila chilometri di distanza, ha prontamente chiamato i soccorsi, evitando così, una fine tragica per il suo partner di gioco.
 
La ragazza ha raccontato al quotidiano Echo di Liverpool di essersi resa conto che il giocatore Aidan era in preda a un attacco attraverso le sue cuffie e di aver iniziato a cercare i contatti telefonici dei soccorritori: "Quando Aidan, (il giocatore di Liverpool) non mi ha risposto, ho iniziato subito a cercare il numero di emergenza per l'Europa", ha detto la giocatrice texana.
 
"Mi sono subito resa conto che il servizio non era attivo, quindi ho solo sperato che il numero non dedicato alle emergenze funzionasse e avessi l'opportunità di parlare con un operatore reale".
 
I soccorsi sono arrivati tempestivamente in casa del ragazzo mentre i suoi genitori, invece, non si erano accorti che il figlio si stava sentendo male all'interno della sua camera.
 
La madre del ragazzo ha ringraziato la giocatrice texana per aver salvato suo figlio". La ragazza è così diventata una giocatrice eroina per un giorno, grazie alle magie del multiplayer online.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.