Log in

Gloria Victis: il videogame di strategia che porta indietro nel tempo

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Un videogioco di strategia e sopravvivenza ambientato nel Medioevo, in anteprima assoluta.

 

 

Si chiama "Gloria Victis: Siege" ed è un videogioco medievale di sopravvivenza e gestione delle risorse, che farà il suo debutto nelle prossime settimane sulla piattaforma Steam. Nel frattempo, però, è disponibile in anteprima assoluta il trailer del videogame che proponiamo nel seguito.
Nel gioco, occorre assumere il ruolo di un gruppo di civili in un castello assediato e cercare di rimanere in vita fino all'arrivo del salvataggio. Anche se non si fa effettiavamente parte di questa guerra, tuttavia, il destino della guerra è ancora nelle mani del giocatore: in quanto squadra di gente comune, deve aiutare i soldati a difendere la loro roccaforte dalle schiaccianti forze nemiche fino a quando non viene versata l'ultima goccia di sangue.  
Preparando le scorte e gestendo le risorse di giorno, e ripulendo di notte la città caduta. Affrontando la fame, facendo i conti con le lesioni, malattie e disperazione, nonché le crescenti tensioni tra i civili e gli ultimi difensori della città. I soldati non resisteranno a lungo senza un supporto esterno e se la loro difesa fallisce, gli invasori non avranno pietà. Ma il salvataggio è già in arrivo, bisogna solo resistere.

LA TRAMA - I Midlander, orgogliosi delle loro terre in abbondanza, attendono i giorni imminenti con terrore. Poco prima della stagione del raccolto, dozzine di drakkar arrivarono sulle rive della Midland, portando orde di predoni dal gelido Nord - gli Ismir. I predoni hanno devastato la terra saccheggiando i rifornimenti, bruciando villaggi e lasciando dietro di sé una scia di sangue contadino. I civili sopravvissuti si sono nascosti dietro le mura della città nella speranza di essere salvati dalle truppe armate. Quando gli invasori raggiunsero le porte, il signore al potere li combatté in un campo aperto per proteggere il suo popolo. Anche se lui e tutti i suoi uomini sono morti, un messaggero è riuscito a tagliare le linee nemiche per trovare aiuto. Il destino di questa terra è ora nelle nostre mani. BIsogna solo sostenere gli ultimi difensori del castello abbastanza a lungo da aspettare il salvataggio.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.