Log in

Videogioco e mini-game, calcoli vitali per la ricerca contro il Covid

  • Scritto da Redazione

Eve online è il gioco che aiuta la scienza nella lotta al Covid-19, già provato da 171mila utenti: 47 milioni di analisi svolte.

Quello che in genere è un obiettivo raggiungibile in 10 anni, i ricercatori di tutto il mondo sono impegnati per conseguirlo in soli 10 mesi o poco più e non si può perdere nessuna delle opportunità di contributo utili al raggiungimento dello scopo: ottenere un vaccino che consenta di immunizzarsi per tornare alla vita ante Covid-19. ben accetto dunque l'apporto di un videogioco. Nella lotta al Covid-19 c'è Eve online che conta una platea di 171mila players, a quanto pare rari in Italia, che hanno permesso agli scenziati di svolgere 47 milioni di analisi attraverso il micro-game disponibile all'interno del videogioco.

MICRO-GAME IN EVE ONLINE - Il mini gioco sfrutta i computer per svolgere calcoli vitali per la ricerca. Da quando è stata attivata questa soluzione sono già oltre 47 milioni le analisi svolte. Per certi versi difficoltoso e comprensivo di una lunga parabola di apprendimento, il gioco in questione vanta una vastissima base di utenti attivi. Si tratta, spiegano gli esperti, di un Massive Multiplayer Online Role-Playing Game, ovvero gioco di ruolo in rete multigiocatore di massa, a sfondo fantascientifico, interamente ambientato nello spazio, di tipo sandbox – in cui cioè non c’è un particolare obiettivo da raggiungere ma al giocatore vengono invece messi a disposizione numerosi strumenti e possibilità, per plasmare la via che preferisce, all’interno di un mondo virtuale vivo e complesso, in cui l’interazione con gli altri giocatori umani è alla base di tutto.

Nel mini gioco all'interno di Eve online, gli utenti, disegnando poligoni, possono partecipare attivamente all’analisi di cellule e dati aiutando la comunità scientifica mondiale nella lotta contro il Covid-19. I giocatori sono dunque chiamati ad utilizzare in-game dati reali ottenuti attraverso la citometria a flusso, tecnica utilizzata in biomedicina per la rilevazione e lo studio delle cellule. In sintesi è statp dato modo ai giocatori di sperimentare online senza dover essere necessariamente degli scienziati e di sviluppare diverse teorie sui dati prodotti".
 
Inizialmente sfruttato per il progetto Genoma. Ora gli sviluppatori della software house islandese creatrice del gioco, hanno deciso di convertire il mini-game per analizzare i dati raccolti dai ricercatori, in modo da velocizzare gli studi per la ricerca di cure e vaccini per il Covid-19. In cambio i giocatori riceveranno ricompense in-game per premiarne l’impegno. I 47 milioni di analisi prodotte corrisponderebbero a più di 36 anni di classificazione cellulare.
Share