Log in

Gruppo virtuale successo vero e anche clamoroso, le ragazze K/DA di LoL

  • Scritto da Cesare Antonini

Le ragazze bellissime delle K/DA band virtuale da League of Legends dal successo pazzesco come se fosse un gruppo vero.

Possibile che un gruppo musicale virtuale e nato da un videogame abbia già il successo, l’entourage e la caratterizzazione di una band vera e propria? Un incubo per chi suona e fa il produttore musicale ma siamo già certi che il caso di marketing è sì pazzesco ed è un terreno assolutamente da esplorare ma, allo stesso modo, le band rimarranno in vita come sempre è stato. 

Ma il successo planetario delle K/DA è ormai indiscusso ed indiscutibile. L’album, chiamato ALL/OUT è uscito il 6 di novembre e sarà uno spartiacque per la carriera del girl group di Riot e potrebbe portarlo alla definitiva consacrazione nel mondo della musica.

Il fenomeno è nato nel gioco League of Legends e le K/DA sono state un fulmine a ciel sereno per tutti gli appassionati di musica, anche e soprattutto per chi era estraneo al mondo di LoL. Il loro singolo di debutto (POP/STARS) ha frantumato ogni record di visualizzazioni e di ascolti sulle piattaforme social, incoronandole come regine nascenti del K-POP.

Nel 2018 le loro sonorità erano marcatamente K-POP, sfruttavano l’onda del successo crescente che il pop coreano stava avendo in quei mesi. Nel 2020 la crescita di questo genere musicale si è “assestata” a livello internazionale, ed anche il girl group di Riot Games ha cambiato il suo stile. THE BADDEST e MORE navigano in acque diverse rispetto a POP/STARS, il sound è molto più vicino al pop internazionale, risulta più orecchiabile per chi non è avvezzo al K-POP, ma mantiene elementi tipici della musica coreana.

La scelta di puntare su un sound così pop è vincente, in quanto queste canzoni riescono ad entrare facilmente nella testa delle persone, ma difficilmente escono. L’introduzione della figura di Seraphine, con la voce di Lexie Liu, introduce un altro tassello importante per il gruppo: il cinese. Con questa mossa, Riot, si assicurerà anche l’enorme mercato musicale cinese, dominato la momento dal mandopop.

Un altro aspetto importante delle K/DA, è il loro indiscutibile fascino. Le ragazze sono tutte dei personaggi usciti fuori da un videogioco, non esistono, ma Riot è riuscita a creare un intero universo attorno alle sue star. Con il debutto di Seraphine, l’azienda americana ha portato le ragazze nel mondo reale, rendendole simile alle persone in tutto e per tutto.

Nel video di MORE possiamo notare quanto, questi personaggi, abbiano dei caratteri e delle caratteristiche completamente diverse tra di loro. C’è la diva Evelynn, esagerata nel modo di vestirsi e di porsi. C’è Akali, la giovanissima rapper cresciuta a pane ed hip-hop. Ahri è la reginetta del ballo scolastico, bellissima e sempre perfetta nei suoi look. Mentre Kai’Sa ha l’aspetto tipico e le movenze di una vera e propria ballerina.
A chiudere il cerchio del 2020 delle K/DA ci penserà il nuovo EP (extended play) ALL/OUT, che potrebbe far guadagnare al gruppo le cime di ogni classifica musicale. La tracklist (che trovate in questo articolo) promette molto bene, e vedrà alternarsi diversi talent differenti dalla formazione originale. Nella lista degli artisti partecipanti troviamo anche un nome abbastanza pesante, quello delle Twice, uno dei gruppi K-POP più popolari del momento. La loro presenza contribuirà a rendere virale ALL/OUT, che potrebbe essere uno degli album migliori di questo 2020.
Share