Log in

Grazie alle carte Pokémon il collezionista Caleb King potrà studiare medicina

  • Scritto da Gt

Dalle carte di Pokémon alla professione di medico c'è di mezzo l'università e gli studi King li finanzierà con la vendita dei pezzi da collezione. 

Dai Pokémon all’università di medicina. Decisamente bizzarro il passaggio se letto così, con poche parole. Ma, tant’è, la storia di un giovanissimo statunitense di Atlanta è racchiusa tutta qui. Lui i chiama Caleb King e ha giocato per tantissimi anni dai sei di età in particolare, con le carte dei simpatici animaletti che hanno rivoluzionato almeno un paio di volte l’industria dei giochi e dei videogiochi nel mondo. Cresciuto con questa passione ha capito che, da grande, avrebbe voluto fare il medico. Ma di fronte alla dura realtà familiare ha capito che per andare all’università e finanziarsi gli studi, i soldi mancavano. Così il giovane che abita nella parte meridionale degli Stati Uniti, ha deciso di mettere all’asta parte della sua collezione di carte Pokémon. Il ricavato della vendita è pari a 80.000 dollari, equivalenti a circa 65.000 euro: il suo futuro sembra assicurato. Già nel 2016 il ragazzo aveva acquistato nuove carte rare per un importo di diverse migliaia di dollari, in vista di un investimento futuro. Investimento che ha fruttato alla grande, meglio di un Bitcoin. 

La decisione non è stata affatto facile per Caleb King, dato che il giovane collezionava carte Pokémon dall’età di 6 anni. Superati i primi tentennamenti, la sicurezza ha scansato l’esitazione; in breve tempo, il giovane si è reso conto che l’asta poteva rivelarsi davvero un ottimo investimento. Attualmente lo studente ha riferito al canale locale FOX 5 Atlanta di aver intenzione di entrare nella facoltà di medicina, con l’obiettivo di diventare chirurgo ortopedico.

“Senza queste carte – ha confessato – sarebbe stato davvero molto difficile per me pagare le tasse universitarie dell’Università della Georgia”. 
E nel caso dovesse servire un master, una specializzazione o qualche altro imprevisto, Caleb King ha ancora abbastanza carte per garantirsi un profitto aggiuntivo: quelle rare raggiungono una stima di circa 50.000 dollari, equivalente a circa 40.000 euro.
Tra le carte rimanenti, Caleb King ricorda di essere in possesso di una tra le primissime edizioni particolarmente rare di Pikachu, l’icona del cartone animato giapponese, la cui somma potrebbe raggiungere circa 20.000 dollari (16.000 euro).
Share