Log in

Cinecittà Game Hub, l'acceleratore parte a gennaio con 10 startup

  • Scritto da Daniele Duso

Le giovani aziende partecipanti avranno a disposizione tre percorsi distinti, guidati da tutor e da esperti italiani ed internazionali.

 

 

Parte Cinecittà Game Hub, acceleratore di startup del mondo videoludico che vede protagoniste dieci imprese di sviluppo di videogame insieme a Cinecittà Spa. Il programma, presentato ieri, 1° dicembre, a Roma, prenderà il via il 10 gennaio 2022 e si concluderà il 22 aprile, concentrandosi sulla preparazione business delle aziende partecipanti e articolandosi in appuntamenti settimanali che svilupperanno tre percorsi distinti: Business, Production e Inspirational.

Oltre ai tutor, il programma si avvarrà di esperti italiani ed internazionali nei rispettivi campi, per offrire alle startup la miglior preparazione possibile. Le attività di formazione avranno luogo presso le strutture di Cinecittà Spa e sono sostenute dalla Regione Lazio e dal Ministero della Cultura-Direzione Cinema, in collaborazione con Iidea, l'associazione che raccoglie le imprese del settore videoludico che operano in Italia.

Infatti in Italia l'industria del gaming conta 160 imprese, 1.600 addetti (di cui il 79% con meno di 36 anni), 90 milioni di euro di fatturato. Si tratta di un'industria ancora giovane, ma con tassi di crescita e innovazione significativi oltre che con una naturale vocazione internazionale, visto che il 94% del fatturato di aziende e professionisti operanti nello sviluppo di videogiochi destinati al consumatore proviene dal mercato internazionale.

Il progetto ha il supporto di Acer, che fornirà ai partecipanti Pc e monitor della sua articolata offerta per il mondo gaming, prima fra tutte la gamma di dispositivi Predator, prodotti che si distinguono per prestazioni eccezionali e un'esperienza d'uso coinvolgente, che è valsa a Predator il prestigioso Red Dot Brand Award, assegnato per la prima volta a un brand gaming.

Le dieci startup che parteciperanno all'iniziativa sono state selezionate con un bando pubblico e durante i quattro mesi del programma potranno rafforzare le loro capacità produttive e imprenditoriali, portando avanti al contempo lo sviluppo dei propri progetti. L'esperienza si concluderà con un demo day durante la quale i progetti saranno presentati a un pubblico di publisher e investitori.

A coordinare le attività formative dell'Hub sarà Mauro Fanelli, (Co-founder, Direttore Creativo & CEO dello studio di sviluppo indipendente MixedBag ed ex-vicepresidente di IIDEA), che guiderà un gruppo di tutor tra cui Elisa Farinetti (Co-founder & ceo, Broken Arms Games), Luca Marchetti (Co-founder & ceo, Studio Evil), Elisa Di Lorenzo (Co-founder & ceo, Untold Games) e Daniele Azara (Head of Games & Chief Cretive Director, One-O-One Games). I tutor selezionati hanno esperienza pluriennale nel settore dello sviluppo gaming e ricoprono cariche manageriali nei rispettivi team.

Share