Log in

TikTok Live Studio, così l'app cinese vuole lanciarsi nello streaming

  • Scritto da Daniele Duso

Con un nuovo servizio, al momento in fase di sperimentazione, TikTok ha tutte le intenzioni di provare a scalfire la posizione dominante di Twitch e Youtube.

TikTok vuol far concorrenza a Twitch e Youtube, ma anche a Facebook gaming. Laddove ci provò Microsoft con Mixer, ormai un paio d'anni fa, fallendo miseramente, ora proverà a inserirsi l'app cinese dei record con un nuovo servizio, attualmente in fase di sperimentazione, chiamato per ora TikTok Live Studio.

Si tratta di un software che dovrebbe essere destinato ai computer e che consentirà di condividere dirette streaming, quello che al momento fanno, appunto, Twitch (che oggi ha circa 140 milioni di utenti mensili attivi), Youtube (2 miliardi di utenti) e, per quel che riguarda il gaming, Facebook gaming (230 milioni). 

TikTok, nata in Cina nel 2016 e dall'anno seguente disponibile in tutto il mondo, attualmente è l'app che sta registrando la più forte crescita: ha già oltre 1 miliardo di utenti attivi in tutto il mondo (5,4 milioni in Italia) e soprattutto il 41% degli utenti di TikTok ha tra i 16 e i 24 anni. Ma al di là degli utenti attivi e dei trend di crescita, comunque importantissimi per questo tipo di business, sono altre le statistiche nelle quali TikTok cercherà di inserirsi. 

Sono i tempi in cui si riesce a tenere l'attenzione dell'utente il vero tesoro di questa tipologia di servizi, e al momento, come si può notare dalle immagini (dati di streamlabs.com) pare non esserci storia, con Twitch che gestisce quasi il 90 percento delle ore di streming mondiali, tenendo saldo il primo posto anche per quando riguarda le ore di streaming guardate, dato che oltre il 70 percento delle ore guardate dagli utenti passa per la piattaforma viola.

 

Ma TikTok, a quando pare, sta provando a lanciare la sua offensiva. Già ora le live di TikTok sono una parte importante nell'uso della piattaforma da parte degli utenti, l'idea è quella di renderle ancora più importanti, se non fondamentali. Come raccontato in un recente articolo publicato dalla testata specializzata TechCrunch, infatti, gli sviluppatori di TikTol stanno sperimentando un nuovo software che renderebbe possibile fare streaming su TikTok anche tramite pc, e non solo da dispositivi mobili come avviene ora. Esattamente ciò che manca, oggi, ai creator che scelgono l'app cinese.

Nonostante qualche vaga conferma raccolta sempre da TechCrunch direttamente dagli sviluppatori di TikTok, al momento tuttavia le infomazioni sono ancora molto poche. Allo studio pare ci sia un programma che consente di trasmettere dirette orientando lo schermo anche in orizzontale, pescando da fonti video differenti rispetto alla fotocamera dello smartphone. Tra queste fonti, qui la parte interessante, ci sarebbero anche i videogiochi, che attualmente costituiscono uno dei contenuti principali degli streaming sulle altre piattaforme, sia per quanto riguarda competizioni esportive che per video tutorial o ironici.

Il resto lo dirà solo il tempo. Mixer, come accennato, ci ha provato e ha perso, nonostante avesse alle spalle un colosso come Microsoft. Riuscirà TikTok a inserirsi e ritagliarsi un fetta in un mercato che, al momento, pare consolidato nella spartizione tra le tre superpotenze? Di certo c'è che anche su TikTok, qualche tempo fa, nessuno avrebbe scommesso. Ma se la piattaforma cinese riesce a portare anche nello streaming la stessa intuitività e facilità di utilizzo del TikTok "originale" potremmo già vedere anche in TikTok Live Studio i presupposti di un nuovo successo.

Share