Log in

Videogame, Microsoft compra Activision Blizzard per 68,7 miliardi $

  • Scritto da Redazione

Microsoft pagherà 95 dollari per ogni azione Activision, creatrice di titoli icona del mondo dei videogame come Warcraft, Diablo, Overwatch, Call of Duty e Candy Crush.


"I giochi sono la categoria più dinamica nell'intrattenimento su tutte le piattaforme e avranno un ruolo chiave nello sviluppo del metaverso".
Parola dell'amministratore delegato di Microsoft, Satya Nadella, che così annuncia l'acquisizione da parte dell'azienda fondata da Bill Gates della società di videogiochi Activision Blizzard per 68,7 miliardi di dollari.

L'operazione è tutta in contanti ed è stata approvata dai consigli di amministrazione delle due società.


Microsoft con Activision Blizzard diventerà il terzo colosso al mondo dei videogiochi per ricavi dopo Tencent e Sony. Per chi l'avesse dimenticato, ad Activision Blizzard si devono titoli come Warcraft, Diablo, Overwatch, Call of Duty e Candy Crush, diventati alcuni dei giochi di culto per interi stuoli di giocatori.

Dopo l'annuncio dell'acquisizione Microsoft ha aperto in calo a Wall Street, con una perdita del 2,17 percento, mentre Activision segna una crescita del 31,38 percento.

L'acquisizione pianificata include i franchise iconici degli studi Activision oltre alle attività globali di esport attraverso Major League Gaming. L'azienda ha studi in tutto il mondo con quasi 10.000 dipendenti.
Bobby Kotick continuerà a ricoprire il ruolo di Ceo di Activision Blizzard e lui e il suo team manterranno l'attenzione sul guidare gli sforzi per rafforzare ulteriormente la cultura dell'azienda e accelerare la crescita aziendale. Una volta concluso l'accordo, l'attività di Activision Blizzard riporterà a Phil Spencer, Ceo di Microsoft Gaming.
 
"Stiamo investendo profondamente in contenuti, community e cloud di livello mondiale per inaugurare una nuova era di gioco che metta giocatori e creatori al primo posto e renda il gioco sicuro, inclusivo e accessibile a tutti", afferma ancora Nadella.
"I giocatori di tutto il mondo adorano i giochi Activision Blizzard e crediamo che i team creativi abbiano davanti a sé il loro miglior lavoro", aggiunge Phil Spencer, Ceo di Microsoft Gaming. "Insieme costruiremo un futuro in cui le persone possono giocare ai giochi che vogliono, praticamente ovunque vogliono".
 
Dal canto suo il Ceo di Activision Blizzard, Bobby Kotick, commenta: "Per oltre 30 anni i nostri team incredibilmente talentuosi hanno creato alcuni dei giochi di maggior successo. La combinazione del talento di livello mondiale di Activision Blizzard e dei franchise straordinari con la tecnologia, la distribuzione, l'accesso al talento di Microsoft, la visione ambiziosa e l'impegno condiviso per i giochi e l'inclusione contribuiranno a garantire il nostro continuo successo in un settore sempre più competitivo".
 
I dispositivi mobili sono il segmento più grande dei giochi, con quasi il 95 percento di tutti i giocatori a livello globale che si divertono con i giochi su dispositivi mobili. Attraverso grandi team e grande tecnologia, Microsoft e Activision Blizzard consentiranno ai giocatori di godersi i franchise più coinvolgenti, come "Halo" e "Warcraft", praticamente ovunque vogliano. E con giochi come "Candy Crush", il business mobile di Activision Blizzard rappresenta una presenza e un'opportunità significative per Microsoft in questo segmento in rapida crescita.
 
L'acquisizione rafforza anche il portafoglio Game Pass di Microsoft con l'intenzione di lanciare i giochi Activision Blizzard in Game Pass, che ha raggiunto un nuovo traguardo di oltre 25 milioni di abbonati. Con i quasi 400 milioni di giocatori attivi mensili di Activision Blizzard in 190 Paesi e franchise da tre miliardi di dollari, questa acquisizione renderà Game Pass una delle formazioni di contenuti di gioco più avvincenti e diversificate del settore. Al termine, Microsoft disporrà di 30 studi di sviluppo di giochi interni, oltre a ulteriori capacità di pubblicazione e produzione di esport.
La transazione è soggetta alle consuete condizioni di chiusura e al completamento della revisione normativa e all'approvazione degli azionisti di Activision Blizzard. L'accordo dovrebbe concludersi nell'anno fiscale 2023 e alla chiusura aumenterà gli utili per azione non Gaap.
Share